Come iniziare a lavorare senza esperienza

No Comment Yet

Per quasi tutti i lavori si richiede esperienza. Ma come fare se uno l’esperienza non ce l’ha? Vediamo come iniziare a lavorare anche senza esperienza.

Cercate tra gli annunci di lavoro ma leggete in continuazione “richiesta esperienza” o “esperienza pregressa” e voi non ce l’avete. Cosa fare? Non scartateli, se siete persone in grado di adattarvi potreste cavarvela comunque, imparare in fretta il lavoro e soprattutto dimostrarvi volenterosi e intraprendenti, anche se magari guadagnerete poco. Questo non vuol dire farsi sfruttare, ma farsi strada, accumulare esperienza. Perché l’unica soluzione per chi non ha esperienza nel mondo del lavoro – qualunque settore sia – è fare esperienza. Ecco alcuni consigli.

L’importante è iniziare a lavorare

Per giocare, bisogna iniziare giocare e riuscire a stare nel gioco. Non sono parole vuote, è davvero così. Se vi fermate non fate buona impressione. Se arrivate a un colloquio di lavoro e dite che non lavorate da un anno o che non avete mai lavorato, non farete bella figura. Bisogna tenersi sempre attivi. Non avete lavorato nell’ultimo anno? Allora potreste averlo dedicato a corsi di formazioni, corsi di lingua, qualsiasi cosa che vi consenta di aggiungere qualche riga in più nel curriculum. Accumulate esperienze di ogni genere.

Vedi anche: Lavori ben pagati senza esperienza: quali sono e come trovarli

Per molti lavori – ad esempio nel settore metalmeccanico – è richiesta un’esperienza specifica, ad esempio saper usare un macchinario particolare, e ovviamente in quel caso non potete mentire. Ma non datevi per vinti. Rispondete comunque all’annuncio e spiegate che siete molto predisposti per quel tipo di lavoro, siete disponibili a ogni tipo di turni e anche a un mese o due di “prova” (se potete permettervela) pur di imparare il lavoro ed essere assunti. Spesso si tratta di esperienze e capacità che si possono imparare davvero in un mese o due. Ovviamente non potrete fare il neurochirurgo se non avete studiato per 10 anni medicina, ma molti altri lavori sì.

L’esperienza nel lavoro si fa lavorando

Tutti abbiamo amici che hanno studiato per anni, si sono laureati, hanno preso una, due, tre lauree, hanno dottorati e master, hanno fatto corsi di formazione e sanno parlare quattro lingue, ma sono disoccupati come voi. Cosa vuol dire? Che studiare è inutile? No. Chi ha studiato tendenzialmente guadagna di più, ma le probabilità di trovare lavoro, al momento, spesso sono le stesse di chi non ha studiato. In più, entrambe le categorie, spesso non hanno esperienza. E proprio questo fa la differenza: l’esperienza. Accettate anche lavori brevi e sottopagati, giusto per accumulare esperienza, imparare e dimostrare di sapervi adattare.

Da ogni lavoro si impara qualcosa

Non fatevi sfruttare, ma siate comunque umili: da ogni lavoro si impara. Per trovare lavoro anche senza esperienza preparate più curriculum adattabili a seconda del tipo di lavoro per cui vi candidate. Sottolineate le caratteristiche pensate possano essere più utili per quel tipo di professione, senza però mentire. O almeno senza esagerare. Se per un lavoro, ad esempio nel settore del turismo, è richiesta la capacità di parlare l’inglese, non dite bugie, perché sareste scoperti dopo un giorno. Se però un po’ l’inglese lo sapete, allora lanciatevi: fate una full immersion di lezioni online, guardate serie tv in inglese, leggete, traducete, imparate a memoria delle frasi, e magari arriverete al primo giorno di lavoro pronti o quasi. E lavorando, imparerete ancora.

Ricordate: è anche una questione di numeri

Ci vuole fortuna, ma la fortuna aiuta gli audaci. Ovvero, se rispondete a tre annunci al mese e mandate 15 curricula in tutto, non state veramente cercando lavoro. E’ una questione di numeri. Dovete aumentare le probabilità. Rispondete a tutti gli annunci possibili – o almeno tutti quelli dove, come spiegato sopra, in qualche modo potreste inserirvi – mandate 100 curriculm a settimana, informatevi ovunque, iscrivetevi a tutti i siti di ricerca di lavoro e alle agenzie della vostra città. Insomma, se per chi ha esperienza trovare lavoro può essere difficile, per chi non ha esperienza è ancora più dura. Dunque: provateci davvero, non per finta.

Vedi anche: Crisi economica, che fare? 5 idee per non mollare

Up Next

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.