Affitti Italia: Milano, Bologna sempre più care

No Comment Yet

Stai cercando casa in affitto a Milano e Bologna o a Roma? Ecco quali sono le città più care e quelle dove gli affitti in italia costano meno.

Affitti Italia, andare a vivere a Milano costa sempre di più, lo stesso vale per Bologna e Roma questo emerge  dall’ultimo rapporto relativo alle locazioni realizzate da Solo Affitti, secondo cui i canoni durante l’anno sono aumentati del 3,1%, sfruttando l’alta richiesta effettuata dalle giovani coppie e dai lavoratori che si sono trasferiti.

Dunque in Italia gli affitti stanno riprendendo quota, a fronte dei prezzi di acquisto delle case che invece continuano a diminuire.

Questa risalita (registrata per il quarto anno di seguito) punta sempre più verso i livelli pre-crisi, ma mantiene prezzi medi di 641 euro e più bassi del 5,8% rispetto a 10 anni fa, stando al rapporto di Solo Affitti elaborato in collaborazione con Nomisma.

Secondo quanto dichiarato dal presidente della società immobiliare  nell’arco di un paio di anni i canoni di affitto potrebbero anche superare i livelli del 2009 in virtù di una società che tende ad essere sempre più liquida.

Infine, in relazione a quanto riportato da questa ricerca, l’anno peggiore per gli affitti è stato il 2014, dove si sono registrati prezzi medi mensili di 545 euro, ma da quel momento in poi il trend è stato sempre crescente.

Affitti Italia: nelle città di Milano e Bologna crescita in doppia cifra

A riprova del buon momento in Italia per gli affitti ci sono i dati relativi alle città di Bologna e Milano, dove ci sono tassi di crescita dei canoni rispettivamente del 10,9% e del 10,2%. Seguono le città di Roma con (+7,7%), Venezia (+6,1%) e Firenze (+5,1%), ma le città con il segno più sono molte altre. I valori negativi riguardano Genova (-8,4%), Bari (-8,4%) e Cagliari (- 3,8%), come riportata la ricerca

La forte richiesta di affitti  nel nostro paese ha provocato un incremento significativo (+4,8%) per i monolocali e (+4,6%) per i bilocali. Nella media anche la crescita dei trilocali (+3,2%), mentre risultano più bassi, ma pur sempre in aumento, i canoni relativi ai quadrilocali (+1,1%).

Quanto costa  affittare casa a Milano

Ma venendo ai prezzi delle locazioni, è Milano a risultare il capoluogo più caro d’Italia in tema di affitti, con una media pari a 1.161 euro al mese, facendo registrare prezzi maggiori del 25% rispetto a Roma che possiede un prezzo medio di 325 euro. Con le restanti maggiori città italiane il divario supera addirittura il 50%, segno chiaro che configura Milano come una città sempre più cara.

Il rapporto confezionato da Solo Affitti mostra anche che le case dotate di mobili sono soggette ad un incremento (+3,1%) medio maggiore rispetto al canone di locazione delle soluzioni prive di mobili (+1,5%).

Inoltre i tempi per perfezionare un affitto sono sempre più brevi grazie al dinamismo del mercato, infatti nel 2018 è stato di 1,9 mesi (rispetto al 2,1 del 2017), ma in diversi capoluoghi e a Milano soprattutto bastano meno di 30 giorni per firmare un contratto, come rileva Solo Affitti.

Infine, sempre lo stesso studio rivela che il tipo di contratto maggiormente utilizzato nel capoluogo lombardo è quello del canone concordato, che è arrivato al 68,2% sul totale. Il successo di questa soluzione è legato all’opportunità per i proprietari di accedere alla cedolare secca al 10% (rispetto al 21%) e avere un vantaggio fiscale, senza dimenticare l’ulteriore sconto sull’IMU pari al 25%.

VEDI ANCHE: LASCIARE LA CITTA 

Up Next

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.