Lavori stagionali estivi: i più convenienti con vitto e alloggio

No Comment Yet

Quali sono i lavori stagionali estivi più convenienti? Cosa vuol dire lavoro stagionale estivo con vitto e alloggio? Ecco per voi una breve guida per scoprirlo.

Con l’avvicinarsi dell’estate, è molto frequente sentire parlare di lavori stagionali. Ma di cosa si tratta? Un lavoro stagionale consiste in un impiego che copre un periodo di tempo limitato, generalmente della durata di una stagione, appunto. Sebbene esistano lavori stagionali invernali, sono molto più diffusi quelli estivi. Cerchiamo di capire quali sono i più convenienti con vitto e alloggio e come trovarli.

Quando inizia e quando finisce un lavoro stagionale estivo

Benché si chiami stagionale “estivo”, questo tipo di impiego può iniziare anche in primavera (aprile/ maggio) e concludersi in autunno inoltrato (ottobre/novembre). Generalmente, il tipo di contratto che viene stipulato con il datore di lavoro è un contratto a tempo determinato, cioè con una data di scadenza che viene concordata nel momento della stipulazione del contratto. Il lavoro stagionale estivo spesso implica un impegno piuttosto oneroso, perché, per via della sua breve durata, raramente concede ferie durante il mandato. Di solito, chi fa un lavoro stagionale estingue le ferie accumulate durante la stagione al momento della scadenza del contratto.

Vedi anche: Come farsi assumere nel turismo

Quali sono i lavori stagionali più richiesti

Nel settore terziario, e in particolare nel turismo, il lavoro stagionale estivo è molto diffuso. Questo per ovvie ragioni: in estate molte persone vanno in vacanza, per questo motivo receptionist, cuochi, camerieri, lavapiatti, animatori, baby sitter, portieri notturni, baristi in località turistiche sono figure molto cercate. Proprio per la sua durata limitata, è facile che in lavori di questo tipo siano inclusi vitto e alloggio. Strutture turistiche come alberghi, agriturismi e ristoranti, si trovano spesso in località turistiche che prendono vita solo durante l’estate, per questo è facile che i dipendenti vengano ospitati nelle strutture stesse durante il periodo lavorativo, il che può comportare alcuni vantaggi per il lavoratore: minimizzare spese e costi di spostamento, e non essere costretti a pagare affitto e bollette.

I più convenienti:

  • Receptionsist / Backoffice
  • Cuoco

I meno convenienti:

  • Call center
  • Lavapiatti
  • Bracciante

Dipende:

  • Cameriere
  • Barista
  • Aiuto cuoco
  • Animatore

Quali sono le regioni con più offerte di lavoro stagionale

Proprio perché il lavoro stagionale spesso si svolge in ambito turistico, le regioni con più offerta sono quelle con un settore turistico molto forte. Tutto il centro e sud Italia costiero e le isole sono quindi molto consigliati per chi cerca questo tipo di lavoro. Regioni come la Toscana, Calabria, Puglia e la Sardegna offrono la possibilità sia di lavorare su grandi alberghi della costa, oppure di concentrarsi su realtà più ridotte nell’entroterra, come agriturismi e case vacanze. I villaggi turistici sono un’altra realtà interessante, in cui l’attività di animazione è una delle attrattive principali.

Per fare un lavoro stagionale estivo c’è bisogno di esperienza?

Dipende. I lavori stagionali possono essere molto diversi tra loro. Pur avendo in comune la durata limitata, nel settore turistico, ad esempio, un dato determinante per l’assunzione è la conoscenza delle lingue straniere. Figure con una professionalità più specifica, come ad esempio i cuochi, o anche aiuto cuoco, richiedono una certa esperienza. Figure invece professionali più semplici, come camerieri, lavapiatti oppure operai per raccolta mele o vendemmia, non necessitano di esperienza.

Vedi anche: Lavori ben pagati senza esperienza: quali sono e come trovarli

Quanto si guadagna facendo un lavoro stagionale estivo?

Anche per quanto riguardo questo punto, dipende. Alcuni lavori stagionali possono essere molto convenienti perché garantiscono un grande guadagno in poco tempo. Tuttavia, bisogna sempre ricordarsi che uno stipendio molto alto corrisponde a molte ore di lavoro. Bisogna fare molta attenzione alla paga oraria, che non deve essere troppo bassa. Di norma, 7 o 8 € all’ora è la cifra più giusta se si tratta di lavori a bassa specializzazione. Per lavori che richiedono competenze specifiche, il lavoratore può sentirsi autorizzato a chiedere anche cifre più alte. I lavori stagionali sono quasi sempre a tempo pieno, ma in alcuni casi possono essere anche part-time

Come trovare un lavoro stagionale?

Rivolgersi alle agenzie interinali oppure ai siti di annunci di lavoro è certo uno dei modi più immediati per cercare un lavoro stagionale. Tuttavia, a volte la burocrazia delle agenzie del lavoro può diventare un ostacolo. Se si è interessati ad un’area geografica precisa, la cosa migliore è fare un elenco delle strutture turistiche o delle aziende che potrebbero avere bisogno di manodopera della zona, e mandare direttamente il curriculum nella casella postale della struttura stessa.

 

 

Up Next

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.