Dove si guadagna di più in Italia?

1
10
Parma Italia

Le città italiane dove si guadagna di più sono tutte al Nord. Ma sono anche quelle dove c’è più concorrenza e la vita costa di più. Ecco come calcolare dove conviene andare a lavorare.

In quali regioni e in quali città italiane si guadagna di più? Secondo uno studio elaborato dall’Osservatorio Jobpricing, che ha fatto una classifica delle città con gli stipendi mediamente più alti, le città migliori sono: Milano, Bolzano, Genova, Parma, Reggio-Emilia, Trieste, Ravenna, Monza, Bologna, Verona. Queste, in pratica, sono le città dove si guadagna di più in Italia.

Da Milano a Parma, il nord è in cima alla classifica

Queste dunque le città dove si guadagna di più. Non sorprende che siano tutte nel nord Italia, area geografica notoriamente con più lavori, più industrie, più aziende. Le città dove si guadagna meno sono in Sardegna e al sud Italia.

Secondo lo studio nel 2015 lo stipendio lordo annuo a Milano era di 34.508 euro (parliamo di medie, ovviamente). Cioè in media 2600 euro al mese lordi. Una tendenza che premia in generale la Lombardia, il Veneto e l’Emilia-Romagna. Il parametro è significativo perché non prende in considerazione il reddito dichiarato, ma solo lo stipendio. Cioè quanto si può fruttare con il lavoro. E questo è un dato utile per chi, ad esempio, progetta di spostarsi per lavorare meglio e guadagnare di più. Ma è così semplice?

Vedi anche:
I lavori in cui si guadagna di più
I lavori più richiesti in Italia

Dove conviene andare in Italia? Non c’è solo il guadagno

Il parametro dello stipendio, per quanto importante, non è l’unico da valutare. Non è un caso infatti se queste aree dove si guadagna di più sono le stesse dove la vita è più cara e dove la densità demografica è più alta, quindi ci sono più persone e di conseguenza più concorrenza. Per fare il classico e semplicissimo esempio, se guadagnate 2600 euro lordi al mese ma ne pagate 900 netti di affitto, il guadagno è abbastanza relativo. E’ buono, ma spenderete tutto o quasi.

Le grandi città danno maggiori possibilità e possono apparire un po’ come l’America sembrava ai vecchi migranti italiani che lasciavano le proprie case verso la “terra della speranza”. In parte è così, ma senza un’adeguata formazione, senza un curriculum competitivo, i lavori che si trovano solo poco pagati, part-time e a tempo indeterminato. In più, dovrete sgomitare fra migliaia di persone come voi che cercano lavoro.

Il calcolo da fare dunque è un altro: bisogna considerare la convenienza economica, il costo della vita, la concorrenza, la possibilità di aumentare il guadagno salendo di livello. Queste cose ve le può dare anche una piccola e media città, non solo al nord Italia. Ovviamente resta poi sempre l’alternativa: andare via dall’Italia e tentare fortuna all’estero.

1 COMMENT

  1. Sicuramente non di guadagna a Palermo, la mia città dove se si trova lavoro è solo come call center o qualche lavoretto in nero. Si assumono solo giovani per fare gli stage non sempre retribuiti e chi come me ha passato i 28 anni è già considerato “”vecchio””!! Non a caso Palermo è anche tra le città con la qualità della vita peggiore, si veda classifica uscita di recente. Potessi andrei dove conviene di più, ma chi ha i soldi per permettersi di vivere a Milano?????!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.