Conviene trasferirsi a Londra adesso?

1
24
Londra Carnaby street

Ora come ora, dopo la Brexit, conviene andare a Londra? Qualche dubbio, poche certezze. Al momento la situazione è invariata, ma se proprio volete trasferirvi fatelo il prima possibile.

Conviene andare a Londra ora, per cercare lavoro? Dopo il referendum sulla Brexit, cioè l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, sono in tanti a farsi questa domanda, dato che l’Inghilterra, e Londra in particolare, sono da sempre una delle mete più ambite dai giovani italiani che cercano lavoro all’estero.

Cosa cambia è difficile dirlo con precisione: sappiamo come potrebbero cambiare le cose a livello finanziario ed economico – e già stanno cambiando – e anche quali sono le conseguenze a livello commerciale. Ma chi cerca lavoro non è che l’ultima pedina di questi meccanismi così grandi. Quindi è normale che ci si chiede: ma in pratica, ora Londra conviene sì o no?

Conviene andare a Londra? La risposta, per ora, è “come prima”

Va precisato che i cambiamenti generati dall’uscita del Regno Unito dall’Europa non sono immediati. Anzi, ci vogliono anni. Quindi quelle che si fanno ora sono solo previsioni, ipotesi, basate su poche certezze. Gli italiani a Londra senza permesso, e inoltre disoccupati, in futuro saranno soggetti a rimpatrio. Ma non è ancora questa la situazione.

Quello che si vuole capire è se la situazione lavorativa ora, in questo periodo, è cambiata per chi cerca lavoro a Londra. La risposta è no: è come prima. E’ ancora presto perché i cambiamenti influiscano su chi cerca lavoro.

Quindi è ancora possibile trasferirsi senza problemi, viaggiare, cercare lavoro, avere accesso al sistema sanitario. Al momento è tutto come prima.

Inoltre va considerato questo: Londra produce il 40% del PIL del Regno Unito, e una grossa parte della sua economia si basa su un esercito di stranieri – italiani compresi – che lavorano in tutti i settori possibili. Non solo camerieri e lavapiatti, ma anche nella moda, nella finanza, nel turismo, nel settore culturale.

Vedi anche: Dove si guadagna meglio come cameriere?

Il Regno Unito ha ripetuto più volte, in accordo con l’Europa, che anche in futuro l’uscita sarà realizzata nella maniera meno traumatica possibile, dunque, almeno in teoria, non dovrebbero esserci grossi problemi. Solo qualche limitazione burocratica in più. Anzi: i cambiamenti spesso portano a nuove opportunità, e ora è impossibile dire se saranno più o meno vantaggiose per chi vuole lavorare a Londra.

E’ possibile che si prendano provvedimenti in base a quando si è arrivati a Londra o al tipo di lavoro che si fa. Dunque il consiglio di molti esperti è, se si vuole andare a lavorare a Londra, di farlo subito, di non aspettare il futuro incerto. In questo modo, quando entreranno in vigore le modifiche relative alla Brexit, si sarà già in una posizione chiara, al sicuro.

1 COMMENT

  1. Londra conviene sempre se lavorate nel settore finanziario, marketing, e se siete SUPER skillati. altrimenti tutti camerieri (gli italiani e gli immigrati in generale). è vero però che con brexit per ora non cambia assolutamente nulla e chi dice il contrario fa solo allarmismo. quindi conviene sì, conviene no, dipende dal vostro curriculum e dalla fortuna. saluti da londra.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.